Lunedì, 20 Aprile 2009 01:00

GABBIANO

GABBIANO

 

Alto nel celo, roteando,
un gabbiano vola.
Non batte l’ala, perché dalle correnti.
Si lascia trasportare.
I suoi giri sono completi,
inizio ...fine ...fine ...inizio.
Perché pigramente così vola?
Per cercar facili prede forse, o forse,
come coscienza, vuol rammentare all’uomo che,
ogni cerchio cominciato,
ha da esser completato.

Ma quanti di quei cerchi, nella vita,
sono iniziati,
e quanti se ne son conclusi.
Pochi, invero, ma è il senso della vita,

“Sbagliare è umano”

E è per questo che quel gabbiano veritiero,
vuol ricordare che di errori nella vita,
se ne fanno troppi.



G.G.

Letto 530 volte
Altro in questa categoria: « RAMO DI QUERCIA VECCHIETTO ALL »