“Dio ha tanto amato il mondo da dare Suo Figlio” è una frase a cui forse abbiamo fatto ‘abitudine, ma se ci fermiamo a meditare questa Parola possiamo renderci conto di quanto grande e forte sia l’amore di questo nostro Padre. Nella bibbia c’è stata un’altra figura a cui fu chiesto il sacrificio di un figlio: Abramo. Immaginate quest’uomo anziano, saggio e pieno di fede. Ha sempre vissuto con il desiderio di essere padre ma la moglie Sara è una donna sterile. Allora ha un figlio dalla sua serva ma avviene che Dio mantiene la Sua Promessa: Sarà sterile e vecchia partorisce un figlio che sarà chiamato Isacco. La felicità viene però turbata da una dura prova. Dio chiede ad Abramo l’impossibile: sacrificare al Signore Isacco figlio prediletto.

Pubblicato in Lectio Divina

Alla fine del prologo al suo vangelo Giovanni afferma: Dio nessuno lo ha mai visto (Gv 1,18). Non si tratta di un’affermazione relativa al passato, ma che vale ancora oggi: Dio resta non evidente, inaccessibile, invisibile, anche quando Gesù ce lo rivela, ce lo fa conoscere. A volte si dice che Gesù è il volto umano di Dio. In realtà questa affermazione è teologicamente errata perché Gesù è Dio stesso in mezzo a noi.

Pubblicato in Lectio Divina